Coronavirus e impianti di climatizzazione: nessun rischio

Coronavirus e impianti di climatizzazione: nessun rischio

Si sente molto parlare di impianti di climatizzazione e possibili rischi di contagio da coronavirus: scopriamo il ruolo dei climatizzatori nella riduzione di COVID-19.

Ecco alcuni chiarimenti:

Per quanto riguarda le abitazioni: in assenza di contagiati in casa non ci può essere il virus, quindi l’accensione degli impianti di climatizzazione non influisce in alcun modo sul rischio di contagio.
Infatti, se ci sono contagiati in casa è la loro presenza a determinare il rischio, che non aumenta a causa dell’accensione dell’impianto. In questo caso, le persone presenti nell’appartamento devono prendere tutte le precauzioni del caso, quanto a protezioni personali e comportamenti.

Gli esperti del settore sono concordi nell’affermare che lo spegnimento dei sistemi di climatizzazione e ventilazione non è una misura utile e raccomandata per ridurre la trasmissione del virus.

Per quanto riguarda invece la prima accensione stagionale degli impianti di climatizzazione è necessario procedere con le normali attività di pulizia e manutenzione atte a garantirne il corretto funzionamento.

 

Per concludere, riportiamo alcuni consigli per gli ambienti chiusi in relazione agli impianti di climatizzazione in materia Coronavirus (fonte: Istituto Superiore di Sanità – Gruppo ISS “Comunicazione Nuovo Coronavirus”):

Ricambio dell’aria:

  • Garantire un buon ricambio dell’aria in tutti gli ambienti: casa, uffici, strutture sanitarie, farmacie, parafarmacie, banche, poste, supermercati, mezzi di trasporto;
  • Aprire regolarmente le finestre scegliendo quelle più distanti da strade trafficate;
  • Non aprire le finestre durante le ore di punta del traffico e non lasciarle aperte la notte
  • Ottimizzare l’apertura in funzione delle attività svolte.

Pulizia:

  • Prima di utilizzare i prodotti per la pulizia leggi attentamente le istruzioni e rispetta i dosaggi d’uso raccomandati sulle confezioni (vedi simboli di pericolo sulle etichette);
  • Pulire i diversi ambienti, materiali e arredi utilizzando acqua e sapone e/o alcol etilico 75% e/o ipoclorito di sodio 0,5%. In tutti i casi le pulizie devono essere eseguite con guanti e/o dispositivi di protezione individuale;
  • Non miscelare i prodotti di pulizia, in particolare quelli contenenti candeggina o ammoniaca con altri prodotti;
  • Sia durante che dopo l’uso di prodotti per la sanificazione, arieggiare gli ambienti.

Impianti di ventilazione:

  • A CASA:
    • Pulire regolarmente le prese e le griglie di ventilazione dell’aria dei condizionatori con un panno inumidito con acqua e sapone oppure con alcol etilico 75%
  • NEGLI UFFICI E NEI LUOGHI PUBBLICI:
    • Gli impianti di ventilazione meccanica controllata (VMC) devono essere tenuti accesi e in buono stato di funzionamento. Tenere sotto controllo i parametri microclimatici (es. temperatura, umidità relativa, ecc.)
    • Negli impianti di ventilazione meccanica controllata (VMC) eliminare totalmente il ricircolo d’aria
    • Pulire regolarmente i filtri e acquisire informazioni sul tipo di pacco filtrante installato sull’impianto di condizionamento ed eventualmente sostituirlo con un pacco filtrante più efficiente.
mettiti in contatto con i nostri esperti del reparto aria rigamonti clima per ricevere tutte le informazioni che desideri e richiedere il kit sanificante per il tuo climatizzatore:

Chiama il numero 035 561670
Contatta via Whatsapp il numero 348 0178089
Scrivi a clima@rigamontidalmine.it

Posted by Davide

Comments are closed.

Iscriviti alla Newsletter
Rimani aggiornato su tutte
le nostre offerte!
Clicca qui per il consenso alla Privacy (visualizza informativa)