CURA LA TUA ARIA DI CASA

Benvenuti al consueto appuntamento con RigaNews, il Blog di Rigamonti Dalmine.

Oggi parliamo di come prenderci cura dei nostri condizionatori.

La qualità dell’aria che si respira è molto importante e per farlo è necessario eseguire una periodica sanificazione e manutenzione dei climatizzatori.

Il Climatizzatore è composto da due unità:

  • Unità esterna, dove sono alloggiati il compressore e il condensatore;
  • Unità interna (split) dalla quale fuoriesce l’aria alla temperatura impostata.

Queste unità sono sottoposte a polvere, agenti inquinanti e batteri, che potrebbero essere diffusi nell'abitazione e mettere a "rischio" la nostra salute. Da qui l’importanza di effettuare un’annuale sanificazione del climatizzatore, per migliorare il comfort ed evitare che polveri e batteri si annidino.

Vediamo cosa e come fare:

Lavare il filtro

Dopo aver rimosso il filtro, lavarlo solo con acqua. Alcuni consigliano anche di utilizzare dei disinfettanti spray da spruzzare sul filtro. La fase più delicata è quella dell’asciugatura. Il filtro non va fatto asciugare all’aria aperta, perché potrebbe trattenere di nuovo particelle e polveri, vanificando le operazioni di pulizia. L’ideale sarebbe utilizzare un compressore ad aria, se possibile.

Pulire le bocchette

Per una corretta sanificazione climatizzatori non basta lavare il filtro. Batteri e particelle potrebbero essersi depositati anche all’interno delle canalizzazioni e sulle bocchette di emissione.

Contattare un tecnico qualificato

Per eseguire una sanificazione accurata bisogna sapere dove mettere le mani ed essere attrezzati con gli strumenti giusti. Il fai da te può essere una soluzione, ma il consiglio è sempre quello di affidarsi a un tecnico esperto, che conosca i vari modelli e sappia come intervenire con una pulizia accurata di tutto l’impianto.

Risultati immagini per aria pulita

Puoi effettuare la pulizia dei filtri circa 1-2 volte l’anno:

  • Prima dell’accensione del condizionatore, tra fine primavera e inizio estate
  • A fine stagione (settembre/ottobre)

 

Il nostro reparto specializzato Aria Rigamonti puoi trovare tutti i prodotti necessari, ma anche un team di esperti dedicato che ti aiuta con la manutenzione del tuo apparecchio e ti permette di avere il tuo condizionatore sempre funzionante e pulito!

POLLINI E ACARI? COMBATTIAMOLI CON L’ “ARIA”

Bentornati anche oggi al nostro appuntamento settimanale con Rigamonti Dalmine dove la tecnologia casalinga non ha segreti ;)

Oggi, noi allergici dello Staff  Rigamonti, vogliamo aiutare tutte le persone che soffrono di allergie e riniti allergiche. Sappiamo che questi mesi, durante i quali ci saranno anche i pollini, saranno particolarmente duri.

L’inquinamento domestico è tra le cause principali dell’allergia e un buon purificatore d’aria può migliorare la situazione generale del soggetto allergico.

purificatori d’aria possono aiutarci infatti a eliminare le sostanze sospese nell’aria che respiriamo. In particolare, riescono a eliminare:

  • polvere
  • Allergeni
  • Virus
  • Germi
  • Batteri
  • Altre sostanze inquinanti
  • purificatori d’aria risultano ancora più utili per chi ha animali domestici. Questi elettrodomestici riescono a ridurre i sintomi di allergie al pelo di animali.

Restando in tema allergie, riescono a migliorare la situazione di chi soffre per gli acari della polvere, di sinusite ricorrente o ha altre patologie alle vie respiratorie come asma e infiammazioni varie.

Curiosità “tossica”: nei nostri tappeti di casa possiamo trovare fino a 8 volte il suo peso in sporcizia, pesticidi, liquidi provenienti dalle auto e veleni presenti sul suolo portati in casa dalle nostre scarpe.

Un buon purificatore d’aria può migliorare la situazione generale del soggetto allergico e in particolare di chi soffre di allergia agli acari della polvere, di sinusite ricorrente o ha altre patologie alle vie respiratorie come asma e infiammazioni varie.

Nella scelta del purificatore d’aria bisogna considerare diversi fattori come la rumorosità, il sistema di filtraggio, le dimensioni dell’apparecchio, la portabilità e la presenza di eventuali allarmi in grado di avvisare quando è arrivato il momento di cambiare il filtro. e da Rigamonti Dalmine puoi sempre fare conto sul reparto Assistenza Aria!

Ci sono svariati modelli. Elettrodomestici con un filtro al carbone in grado di eliminare i cattivi odori e vapori chimici, un filtro HEPA in grado di eliminare polvere, acari, pollini, allergeni e il 99,97% delle particelle sospese in aria e un filtro antimicotico brevettato per bloccare i cattivi odori e la proliferazione di batteri, muffe e funghi.

Noi di Rigamonti Dalmine, reparto ARIA, ti guideremo verso una scelta appropriata e consapevole. Vienici a trovare e scopri come "sopravvivere" alle allergie! ;)

RINNOVATO IL BONUS CLIMATIZZATORI 2019

Ancora un anno di proroga per i cosiddetti Ecobonus e per le altre detrazioni per la ristrutturazione edilizia 2019. La recente Legge di Bilancio 2019 rinnova fino al 31 dicembre 2019 le agevolazioni per l’edilizia, che incentivano gli italiani a migliorare dal punto di vista energetico e/o edilizio la propria abitazione.

 

 

Bonus climatizzatori 2019: in cosa consiste?

Il bonus condizionatori 2019 è un’agevolazione fiscale per gli acquisti di condizionatori d’aria con pompa di calore e che, quindi, possono essere utilizzati come riscaldamento nella stagione invernale o intermedia e in modalità raffrescamento d’estate, indipendentemente dal marchio o dal modello. Chi installa un nuovo impianto avrà la possibilità di detrarlo dalla dichiarazione dei redditi del 50% o 65%.

Va detto innanzitutto che il bonus spetta a tutti i cittadini, sia in presenza di una ristrutturazione edilizia che senza ristrutturazione. La tipologia di incentivo della quale si può usufruire varia però in base all'ambito nel quale viene fatto l’acquisto:

  • Bonus climatizzatori con ristrutturazione edile: detrazione al 50% se il nuovo impianto è a pompa di calore, anche a non alta efficienza ma mira al risparmio energetico + riduzione IVA al 10%. Solo su unità immobiliari residenziali o parti comuni, condomini.
  • Bonus climatizzatori risparmio energetico: detrazione al 65% per condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza che sostituiscono l’impianto di riscaldamento esistente. Detrazione fruibile sia per abitazioni, uffici, negozi ecc.
  • Bonus climatizzatori con bonus mobili con ristrutturazione: detrazione 50%, quando si realizza una ristrutturazione edilizia straordinaria su singole abitazioni o condomini, è possibile fruire della detrazione se si acquistano mobili e grandi elettrodomestici A+ (A per i forni), quindi compresi i climatizzatori.
  • Bonus climatizzatori senza ristrutturazione: se non vengono effettuati lavori di ristrutturazione, è possibile lo stesso fruire dell’agevolazione fiscale, ma solo se si intende sostituire il vecchio impianto di climatizzazione con un nuovo impianto a pompa di calore e ad alta efficienza energetica.

Due cose importanti da segnalare: la prima è che tutti possono beneficiare dei contributi, sia che siano proprietari sia che siano residenti; perciò, anche chi è in affitto può godere della detrazione fiscale! La seconda è che, come accennato sopra, anche tutti coloro che avessero già installato un climatizzatore di vecchia generazione e volessero sostituirlo con uno nuovo più efficiente possono usufruire degli incentivi.

Come funziona il bonus?

La legge è molto specifica nel dettagliare condizioni e requisiti necessari per poter ottenere il bonus climatizzatori. Innanzitutto, affinché la spesa sia detraibile, occorre che l’acquisto sia documentato; i metodi di pagamento accettati sono il bonifico postale, bancario e tramite carte di credito o di debito. Tutte le ricevute dei pagamenti e le fatture di acquisto del climatizzatore, riportanti la natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquistati, valgono come documentazione fiscale da conservare.

L'iter burocratico per ottenere la detrazione si compone di alcune pratiche e certificazioni che sono obbligatorie per poter ottenere il rimborso. Solitamente, chi si occupa di installazione di impianti di climatizzazione è in grado di supportare i propri clienti in questa procedura; il nostro personale, su richiesta, si occupa di tutta la parte amministrativa e fiscale necessaria, e rilascia ai clienti un fascicolo tecnico ad hoc completo di tutto il necessario.

Ricordiamo infine che il rimborso viene erogato come spesa detraibile dalla dichiarazione dei redditi tramite modello 730 e Unico, in 10 quote annuali.

Se sei interessato ad un nuovo impianto, hai domande o dubbi da chiarire, vieni nel nostro negozio specializzato e ti forniremo tutte le informazioni che ti servono. Clicca qui per vedere dove siamo e per contattarci!

L’IMPORTANZA DEL GAS R32

Minori emissioni di CO2 e maggiore efficienza per i climatizzatori che utilizzano il gas refrigerante R32

Le più recenti direttive europee, che hanno l'obiettivo di ridurre l'impatto ambientale dei fluidi utilizzati negli impianti di climatizzazione, vietano l’utilizzo di alcuni refrigeranti, ad esempio l’R410A o l’R22, ritenuti nocivi per l’ambiente e, nello specifico, per lo strato di ozono. In linea invece con il regolamento UE è il GAS R32, che ormai sta diventando lo standard in tutti i settori, residenziale incluso.

Ultimamente si sono sempre più diffusi in Italia condizionatori con gas per condizionatori R32 che, rispetto all’R410A, differisce per impatto ambientale ed efficienza energetica.

Il gas di ultima generazione, infatti, influisce meno sul riscaldamento globale; si calcola che l'R32 abbia un effetto di circa un terzo inferiore al gas refrigerante R410A.

Anche l'efficienza energetica non sono da sottovalutare: l'R32 consente un funzionamento ottimale del compressore della macchina esterna del climatizzatore: viene utilizzato in minore quantità del refrigerante R410A, risultando più efficiente energeticamente e permettendoci di ridurre i consumi e risparmiare.

Non da ultimo, è importante ricordare che il gas R32 è utilizzabile in totale sicurezza nelle abitazioni, perché a bassa infiammabilità. Questo gas si infiamma solo se presente in elevate concentrazioni; per la minima quantità di gas contenuto nel condizionatore, il rischio è praticamente nullo.

Altro cambiamento positivo e significativo da considerare riguarda la manutenzione del condizionatore, che diviene ancor più facile. Caricare il gas refrigerante R32 risulta molto più semplice, perché si tratta di un gas puro.

Nonostante queste considerazioni, è opportuno sempre richiedere l’intervento di personale specializzato sia per l’installazione ed il montaggio del condizionatore che per la sua manutenzione.

Per informazioni sugli impianti di climatizzazione, oppure per un preventivo gratuito di un nuovo impianto, potete contattarci o passare nel nostro punto vendita a Dalmine. Clicca qui per vedere dove siamo!

Nuovo Catalogo Climatizzazione 2018

ECCO IL NUOVO CATALOGO CLIMA, con tante soluzioni e proposte per soddisfare tutte le esigenze!

Specializzati nella vendita ed installazione di climatizzatori da oltre 20 anni, con all’attivo più di 10.000 climatizzatori installati, offriamo le migliori soluzioni per ogni tipologia di ambiente: appartamenti, ville, studi, uffici, negozi, ecc.

Sfoglia il CATALOGO ARIA RIGAMONTI 2018 e contattaci per preventivo e sopralluogo gratuito.